Arrestato Iovine, analizzati i tre pc: l’archivio dei Casalesi nell’hard disk? Due donne complici?

Pubblicato il 19 Novembre 2010 13:38 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2010 13:38

Dopo 15 anni di latitanza Antonio Iovine è stato stanato e ora la polizia passa al setaccio i tre computer trovati nella sua abitazione a Casal di Principe.

Oltre a due pc fissi è stato sequestrato anche un portatile. Nell’hard disk potrebbe essere custodito l’archivio dei Casalesi, che insieme ai pizzini potrebbe rivelare tanti retroscena.

Secondo quanto scrive Repubblica “la squadra mobile di Napoli, diretta dal vice questore Vittorio Pisani, indaga anche sul ruolo rivestito nella fuga del padrino dalle donne di almeno due nuclei familiari.

Gestivano logistica e trasferimenti, guidavano auto e portavano il bagaglio, ordinavano la spesa, cucinavano, lavavano, stiravano. Ed erano disposte, se necessario, a lasciare fuori un fidanzato o un cognato (“No, non posso uscire, stasera. No, non puoi venire e basta”), per non mettere in pericolo l’ospite”.