Apple, Svezia e Gran Bretagna contro l’iPad3: “Pubblicità ingannevole”

Pubblicato il 29 Marzo 2012 12:12 | Ultimo aggiornamento: 29 Marzo 2012 12:16

Il nuovo iPad 3 (Foto LaPresse)

STOCCOLMA – Tempi duri per la Apple: Svezia e Gran Bretagna hanno intenzione di seguire l’Australia e fare causa all’azienda di Cupertino per i nuovi iPad3. Il problema, come per il continente australe, riguarda la connettività 4G, sponsorizzata nella pubblicità del nuovo tablet.

Il problema è che la rete su cui si appoggia l’iPad funziona solo negli Stati Uniti. In Australia questa rete ad alta velocità, la Lte, neppure c’è, mentre in Svezia c’è ma non funziona con gli iPad 4G.

Così anche Stoccolma e Londra, scrive il Wall Street Journal, avrebbero intenzione di chiedere il rimborso dei clienti, ingannati, secondo le varie Agenzie per la tutela dei consumatori, dalla pubblicità.

I tre Paesi puntano il dito contro il fatto che nello sponsor sia usato il termine 4G, quando al di fuori degli Stati Uniti è praticamente impossibile avere questa connettività.

Al momento l’Australian Competition and Consumer Commission (Accc) ha ottenuto l’impegno della Apple a offrire un rimborso a tutti i consumatori, oltre ad esporre cartelli in tutti i punti di vendita, per chiarire che non funziona sulla rete australiana 4G.

In Svezia, l’Agenzia per i consumatori sta pensando di aprire un’indagine per capire se la pubblicità di Apple relativa al nuovo iPad sia ingannevole.

In Gran Bretagna, invece, l’autorità che regola la pubblicità, la Advertising Standars Authority (ASA), ha detto di aver ricevuto lamentele da parte di consumatori. Insomma, i problemi per Apple sembrano solo all’inizio.