Bologna. Gioca con tre bombe a mano in treno, arrestato

Pubblicato il 1 Novembre 2010 15:16 | Ultimo aggiornamento: 1 Novembre 2010 15:35

Dopo aver acquistato tre bombe a mano di tipo ananas della seconda guerra mondiale, svuotate dell’esplosivo, ha cominciato giocarci a bordo del Tav Milano-Firenze. All’altezza di Bologna sono scattate le manette per un cittadino di Firenze di 46 anni: la Polfer, allertata da altri viaggiatori, lo ha arrestato.

Preso dalla sua passione per le armi da guerra, pur sapendo che non si possono portare in giro (fu arrestato due anni fa dai carabinieri a Firenze per fatti analoghi), ci è ricascato.  L’uomo stava rientrando da Milano dove era andato a un mercatino specializzato in vendita e scambio di materiali bellici, acquistando tre belle bombette. Incurante delle apprensioni che il gesto procurava, ha cominciato a maneggiarle soddisfatto, solo che qualcuno si e’ deciso ad avvertire la Polizia Ferroviaria: magari si trattava di un kamikaze o roba del genere.

Una volta a terra, la Polfer ha constatato che si trattava di tre bombe a mano neutralizzate ma autentiche: la legge prevede, senza i documenti per il trasporto, l’arresto per il possesso di armi da guerra ma anche solo di parti di essere, in quanto potrebbero essere facilmente riattivate. Per questo l’uomo è finito in carcere alla Dozza, in attesa del vaglio del giudice.