“Il cancro si cura col bicarbonato”: così la scienza diventa bufala nel web

Pubblicato il 16 Maggio 2012 15:15 | Ultimo aggiornamento: 16 Maggio 2012 15:15

ROMA – Bicarbonato per curare il cancro. Non una svolta nella ricerca medica, ma una delle ‘bufale’ mediche che circolano sul web. Quella del bicarbonato miracoloso non è l’unica falsità sulla salute che si può trovare nella rete di internet. E nemmeno l’unico rimedio fai da te che una persona disperata è disposta a provare, soprattutto se nella disperazione della malattia le sedicenti spiegazioni mediche possono sembrare convincenti. Specialmente se tra le fonti di fantomatiche ricerche scentifiche si manipolano i dati di istituti che sono garanzia di autenticità, come l’Istituto superiore di sanità, o di università estere.

BICARBONATO MIRACOLOSO? – La credenza, perché solo così può essere definita, che il bicarbonato di sodio sia una terapia efficace contro il tumore viene spiegata con un ragionamento semplice. Il cancro è un fungo. I funghi vivono in un ambiente acido. Le proprietà anti acido del bicarbonato lo neutralizzano.

LA RICERCA USA – Le proprietà miracolose del bicarbonato sarebbero studiate dall’università dell’Arizona. La notizia è apparsa su un blog americano e afferma: “Ovviamente ci sono studiosi che hanno capito che il bicarbonato di sodio (baking soda), che è la stessa cosa che può salvare la vita di una persona al pronto soccorso in un attimo, è una delle prime opzioni più sicure ed efficaci per la cura del cancro”.

Incoraggiante ricerca, riportata non da un sito di esperti in materia, ma dal blog di Mark Sircus, che si definisce un “prolifico scrittore, poeta, medico ricercatore, medico, psicologo, musicista, marito devoto e uomo di famiglia eccetera….”. Insomma il futuro premio Nobel per la medicina, certamente una fonte affidabile.

C’E’ QUALCOSA DI VERO? – Come tutte le epiche legende, una fonte di verità nella notizia c’è. E come tutte le trattazioni scientifiche fatte per mano di letterati, che si improvvisano luminari della scienza, la notizia spesso viene travisata. L’università dell’Arizona studia il bicarbonato ed il cancro? Sì, ma lo studio in realtà riguarda la misurazione dei livelli di Ph, indicatore di acidità o di basicità di una sostanza. Il bicarbonato non è la cura, ma un metodo per misurare il Ph nelle cellule tumorali trattate con la (affatto) miracolosa chemioterapia.

E BUFALA FU – Internet è sicuramente una grande risorsa nel mondo dell’informazione, ma essere un assiduo frequentatore di Wikipedia ed un eccelso commentatore di forum in materia non renderà di certo un medico colui che “traduce” alcune importanti scoperte scientifiche. La traduzione delle scienza non è un compito facile e richiede regole precise, altrimenti il “metodo scientifico” di Galileo Galilei non avrebbe modo di esistere.

IL CONSIGLIO DELLA SCIENZA – Il consiglio che si può dare è uno solo: diffidate. Diffidate di tutti i rimedi miracolosi che circolano sul web: dalla dieta per perdere 10 chili in 4 ore, alla cura del diabete con 7 chili di zucchero al giorno, alla cura del cancro con il bicarbonato. E se il problema che vi affligge è un emicrania, il consiglio è di tagliarvi la testa. Eliminato il problema, si elimina il dolore. Un rimedio semplice ed efficace, proposto dall’International Center for Headache, con sede a New York. Ovviamente un rimedio inventato. Spero che il lettore abbia diffidato ed avuto il buon senso di leggere fino all’ultima riga, prima di seguire il “miracoloso” consiglio.