Cani, gatti e capodanno: come i piccoli amici festeggiano la notte più lunga. Senza farsi male

Pubblicato il 31 Dicembre 2010 13:01 | Ultimo aggiornamento: 31 Dicembre 2010 13:01

Ogni anno almeno 5 mila animali muoiono nella notte di San Silvestro, e tra loro oltre 1500 cani e gatti, oltre a volatili e piccoli animali, per colpa dei ‘botti’ sparati nella notte di Capodanno.

”Un vero e proprio massacro al quale, ancora una volta, siamo costretti ad assistere impotenti, nonostante tutti gli appelli che da anni le associazioni animaliste lanciano e le persone di buon senso sottoscrivono, e nonostante le migliaia di firme raccolte”, afferma l’Aidaa (Associazione italiana difesa animali e ambiente) che anche quest’anno rilancia l’allarme.

Da qui la proposta di un decalogo per evitare forti stress a Fuffy e Fido, spesso motivo di morte per gli esemplari malati o più anziani. Aidaa inoltre, anche quest’anno, mette a disposizione il proprio ‘telefono amico’ (i volontari rispondono al numero 3926552051) dalle ore 16 del 31 dicembre fino alle ore 3 della notte per dare indicazioni e consigli e nella notte per dare informazioni in merito ai pronto soccorsi veterinari aperti.

Tre i consigli principali per Fido: non tenere il cane legato alla catena, potrebbe strozzarsi; tenerlo in appartamento, meglio se in una stanza in penombra e con musica; passeggiare con il cane saldamento al guinzaglio. Mentre il gatto non va lasciato solo in giardino ed in balcone.

Intanto però c’è i più fortunati tra gli animali domestici festeggiano con i loro “genitori” umani.