Carcere: ad una detenuta per furto vietato il permesso per vedere il padre in fin di vita

Pubblicato il 23 Novembre 2010 0:20 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2010 0:21

A una detenuta molisana nel carcere di Torino hanno vietato di rivedere per l’ultima volta il padre che è in fin di vita. E’ quanto sta accadendo – riferiscono i suoi legali, Anna Orecchioni e Giacinto Canzona – ad una trentenne (V.D.E.) detenuta alle ”Molinette” per alcuni furti (uscirà nel prossimo mese di marzo).

La donna si è vista negare, qualche giorno fa, il permesso per poter visitare il genitore che, malato di tumore ai polmoni, è stato ricoverato all’ospedale Cardarelli di Campobasso e ora è stato dimesso con un tragico verdetto dei medici: ha poche settimane di vita e potrebbe non arrivare a Natale.

”Il suo desiderio più grande, prima di morire – riferiscono gli avvocati – sarebbe quello di riabbracciare, anche per un istante, quella figlia che è andata via di casa per scelte sbagliate di vita”. La giovane, che ha presentato istanza alla Direzione carceraria per vedere anche per una sola ora il padre, ma si è per ora sentita negare il permesso, ha deciso di ricorrere non solo al Magistrato di Sorveglianza, ma di presentare anche un esposto al Garante per i diritti dei detenuti.