Cina. A bambino di sei anni cavati gli occhi e impiantati occhi artificiali

Pubblicato il 19 Dicembre 2013 17:39 | Ultimo aggiornamento: 19 Dicembre 2013 17:39
Un occhio artificiale

Un occhio artificiale

CINA, PECHINO – Il bambino cinese di sei anni al quale erano stati cavati gli occhi ha lasciato l’ospedale di Shenzhen, nel sud della Cina, dove gli sono stati impiantati con successo due occhi artificiali. Lo ha annunciato in una conferenza stampa il dottor Dennis Lam, capo dell’equipe che l’ha operato. Lam ha precisato che gli occhi artificiali non permettono al bambino di vedere se non in modo estremamente limitato.

Il piccolo, che si chiama Guo Bin e ha sei anni, potrà “vestirsi e lavarasi da solo”. Lam ha aggiunto che nei prossimi dieci anni, col procedere della ricerca scientifica, potra’ recuperare tra il 20 e il 40% della vista con l’ uso di microtelecamere, una tecnica che è già stata sperimentata con successo in Europa e negli Usa. Lam ha precisato che l’intervento è stato eseguito gratis, in considerazione della povertà dei genitori del bambino.

Guo Bin era stato trovato mutilato e sanguinante lo scorso agosto nella sua abitazione nella provincia dello Shanxi. Ad aggredirlo sarebbe stata una zia, nel quadro di una disputa interna alla famiglia. Pochi giorni dopo il ritrovamento del bambino accecato, la donna si e’ suicidata.