Cocaina nel Suv, in manette un collaboratore di Vasco Rossi

Pubblicato il 15 Giugno 2010 19:09 | Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2010 19:46

Un collaboratore di Vasco Rossi, Massimiliano Barbieri, di 36 anni, milanese, è stato arrestato dai carabinieri, al Portosole di Sanremo con 30 grammi di cocaina purissima e un bilancino di precisione. La droga e la bilancia  erano stati nascosto all’interno di uno dei fari posteriori di un suv ‘Tuareg Volkswagen’.

Vasco Rossi, era sullo yacht, ma il suo ufficio stampa ha confermato che  è “completamente estraneo a questa vicenda, stupito e dispiaciuto”. Il rocker di Zocca infatti in quel momento “dormiva nello yacht” e avrebbe saputo dell’accaduto solo questa mattina.

L’operazione antidroga è scattata nel corso della mattinata di martedì 15 giugno nelle vicinanze dello yacht ‘Jamaica’, appartenente al rocker di Zocca ed ormeggiato proprio a Portosole. Le forze dell’ordine sono intervenute su indicazione di una fonte confidenziale che aveva annunciato l’arrivo della partita di droga destinata a rifornire una barca.

La confidenza si è presto rivelata fondata e, poco tempo dopo l’inizio dell’appostamento, puntualmente si é presentato il grosso Suv. Il conducente ha parcheggiato la vistosa auto, l’ha chiusa e si stava allontanando, quando un carabiniere lo ha avvicinato chiedendogli di ispezionare il bagagliaio. Un momento di perplessità e poi l’uomo ha acconsentito, ostentando fin troppa sicurezza.

A quel punto, le forze dell’ordine hanno deciso di portare la vettura in caserma per un controllo più approfondito e, smontata la calotta di uno dei fari posteriori, sono saltati fuori i 30 grammi di cocaina e il bilancino ancora sporco di droga. L’uomo ha dichiarato che la droga era per sé e a quel punto sono scattate le manette.