Dalla Corea il più potente mantello dell’invisibilità: utile anche per la diagnosi dei tumori

Pubblicato il 23 Febbraio 2011 7:09 | Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio 2011 10:05

ROMA – Il più potente ed efficace dei ”mantelli dell’invisibilità” finora esistenti è stato messo a punto in Corea. E’ un nuovo materiale le cui proprietà elettromagnetiche sono state modificate in modo da ottenere la più alta efficienza mai raggiunta. Ottenuto presso l’Istituto coreano avanzato per la scienza e la tecnologia, il nuovo materiale è descritto sulla rivista Nature e apre la strada a numerose applicazioni. Soltanto negli ultimi dieci anni sono stati messi a punto materiali con un indice di rifrazione negativo, i cosiddetti ”metamateriali” utilizzati per ottenere i mantelli dell’invisibilità.

I ricercatori, coordinati da Bumki Min, hanno ottenuto il nuovo ”mantello dell’invisibilità” utilizzando un sottilissimo strato di un polimero nel quale è incorporata una minuscola barretta d’oro o di alluminio. Per Jung-Tsung Shen, della Washington University, è un risultato ”molto significativo” per l’elevata flessibilità del nuovo materiale. ”Ritengo – ha osservato – che i risultati potranno portare ad applicazioni in molti campi”, dagli scanner utilizzati per i controlli di sicurezza alla diagnosi dei tumori della pelle.