Coronavirus, scoperto il motore che lo fa moltiplicare: è lo stesso “bersaglio” del Remdesivir

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Aprile 2020 17:28 | Ultimo aggiornamento: 10 Aprile 2020 18:52
Coronavirus, scoperto il "motore" che lo fa moltiplicare: è l'enzima polimerasi nsp12

Coronavirus, scoperto il “motore” che lo fa moltiplicare: è l’enzima polimerasi nsp12 (foto ANSA)

ROMA – Descritta la struttura del motore molecolare che permette al coronavirus di moltiplicarsi. Il risultato, pubblicato su Science, rende più facile mettere a punto farmaci mirati contro la Covid-19.

Il motore è l’enzima polimerasi nsp12, lo stesso “bersaglio” dell’antivirale Remdesivir utilizzato contro il nuovo coronavirus, ma nato come arma anti-Ebola. Autore della ricerca è il gruppo di Yan Gao, dell’Università Tsinghua di Pechino. 

Da un lato, osservano gli autori della ricerca, conoscere la struttura dell’enzima permetterà di verificare se il Remdesivir è effettivamente in grado di bloccare la replicazione del virus SarsCoV2; dall’altro accelererà la ricerca su nuovi farmaci antivirali specifici, progettati per combattere la Covid-19, indispensabili per arginare la pandemia.

Finora del virus Covid-19 era stata scoperta la struttura della sua principale arma, la proteina Spike, e della parte di quest’ultima chiamata Rbd, che si lega alla porta d’ingresso del virus nella cellula, il recettore Ace2. Con questo nuovo risultato adesso è nota anche la struttura dell’enzima che permette al nuovo coronavirus di duplicare il suo materiale genetico, l’Rna, e di moltiplicarsi.

Intanto “sono attesi a breve, nell’arco dei prossimi giorni, i primi dati di efficacia e tollerabilità del remdesivir nei malati di Covid-19”. Risultati relativi a un maxi programma di uso compassionevole che coinvolge “1.700 pazienti nel mondo, centinaia in Italia” spiega Valentino Confalone, Vice President e General Manager di Gilead Italia, che con l’Adnkronos Salute fa il punto sull’impegno dell’azienda in questa emergenza coronavirus. (fonti ANSA, ADNKRONOS)