Dalla Gran Bretagna arriva il Granny Nav: navigatore a prova di anziano

Pubblicato il 23 Aprile 2012 17:38 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2012 18:06

LONDRA – Sono tradizionalmente tecnofobici, ma questo navigatore potrebbe fare proprio per loro. Un team di scienziati dell'universita' di Newcastle sta mettendo a punto un sistema Gps per gli anziani che invece di dire all'automobilista di svoltare dopo alcune centinaia di metri, utilizza invece punti d'interesse come pub e uffici postali. E, per la gioia di coloro i cui riflessi non sono piu' quelli di una volta, indirizza verso la strada piu' semplice, con meno traffico e, possibilmente, senza svolte a sinistra.

Il sistema, chiamato DriveLab ma gia' ribattezzato 'Granny nav', ovvero il navigatore della nonna, e' parte di un progetto da 12 milioni di sterline mirato a trovare soluzioni per aiutare i pensionati a restare il piu' possibile indipendenti. Phil Blythe, il ricercatore a capo dello studio, ha dichiarato: ''Quello a cui vogliamo arrivare e' fare in modo che la gente continui a guidare in maniera sicura per un periodo piu' lungo, aumentando cosi' la loro indipendenza e mantenendo i loro rapporti sociali. C'e' tutta una serie di soluzioni che possono aiutare e il navigatore e' una delle piu' ovvie''.

Il Granny nav, ha spiegato Blythe, sarebbe molto piu' semplice da utilizzare e fornira' informazioni in modi che le generazioni piu' anziane troveranno piu' semplice capire. Il navigatore e' ora in fase di sperimentazione su auto dotate di altri sistemi di monitoraggio che aiuteranno i ricercatori a capire i punti deboli dei conducenti piu' anziani. Nel Regno Unito i patentati di eta' superiore ai 70 anni sono piu' di tre milioni ed il loro numero e' destinato a crescere nei prossimi anni.