De Mattei, scienziato integralista cattolico: “Il paradiso terrestre è esistito”

Pubblicato il 11 Aprile 2011 12:46 | Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2011 12:46

ROMA – “Il paradiso terrestre è una realtà storica, non una metafora”. Roberto De Mattei, il vice presidente del Cnr che per alcune sue recenti dichiarazioni sul terremoto in Giappone (“un castigo divino”) e sulla fine dell’Impero romano (“causato principalmente dall’omosessualità dilagante”), non finisce di sorprendere.

In una intervista a Repubblica, De Mattei, al vertice del Centro nazionale ricerche dal 2004, cattolico fervente, ha difeso le sue tesi dall’accusa di essere “antiscientifiche” o peggio ancora di meritare l’Oscar del “ridicolo”. Da cosa nascono le sue tesi? “Dalla mia coerenza”, ha risposto De Mattei ad Antonio Gnoli. L’incarico al Cnr? De Mattei ricorda che a volerlo al vertice della più importante istituzione scientifica nazionale fu la Moratti.

“Sono stato allievo di Augusto del Noce e Armando Saitta. Ho insegnato all’Università di Cassino. Oggi ho un incarico alla Nuova università europea”, ha aggiunto De Mattei che cura una rubrica fissa su Radio Maria e accusa: “purtroppo sono spesso dipinto in maniera caricaturale”. “Le mie idee – ha sottolineato nell’intervista – affondano nella coscienza stessa della nostra cultura: mi osteggiano gli scientisti”.

E la tesi che lo tsunami sia il frutto din un castigo divino contro il Giappone? “Parlavo a titolo personale e non in qualità di vice presidente del Cnr”, ha risposto De Mattei.