Elettrosmog, confermata la responsabilità di Radio Vaticana. Via libera ai risarcimenti

Pubblicato il 25 Febbraio 2011 0:01 | Ultimo aggiornamento: 25 Febbraio 2011 0:01

ROMA – La IV Sezione penale della Cassazione ha confermato la prescrizione per la condanna a 10 giorni di reclusione nei confronti del cardinale Roberto Tucci in relazione all’elettrosmog prodotto dalle emissioni della Radio Vaticana ai danni degli abitanti di Cesano (Comune alle porte di Roma). A favore degli abitanti del paese la Suprema corte ha confermato il diritto al risarcimento dei danni patiti.

Sarà la Corte d’Appello di Roma a determinare l’entità del risarcimento. L’avvocato Franco Coppi ha difeso Tucci innanzi alla Suprema corte chiedendo in primo luogo l’assoluzione con formula ampia e, in subordine, la conferma della prescrizione pronunciata nell’appello bis, il 14 ottobre 2009, dalla Corte d’Appello di Roma.

Non è stata, dunque, accolta la richiesta della Procura della Cassazione, rappresentata dal sostituto procuratore, Gabriele Mazzotta, che aveva chiesto la conferma della prescrizione e l’annullamento con rinvio del ‘via libera’ ai risarcimenti civili.

‘E’ una grande vittoria: finalmente giustizia e’ fatta e gli abitanti di Cesano potranno ottenere i giusti risarcimenti”. Cosi’ il presidente del Codacons, l’avvocato Carlo Rienzi, ha commentato la decisione della Cassazione