Casa An, l’avvocato Ellero contro Vespa: “Qualcuno ama sodomizzare la verità”

Pubblicato il 28 Settembre 2010 16:09 | Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2010 16:10
bruno vespa

Bruno Vespa

Renato Ellero, l’avvocato vicentino, ex Lega Nord, che sostiene di essere il legale del proprietario della casa di Montecarlo, diffida Bruno Vespa e la redazione di Porta e Porta dall’accostarlo all’area di Beppe Grillo.

”Non perché non la fattispecie sia fonte di imbarazzi – sottolinea Ellero in una nota – ma semplicemente perché non è aderente alla realta’ delle cose”. ”Nonostante le mie numerose prese di posizione sui media nazionali, nonostante i lanci inviati alle agenzie, c’è ancora qualcuno che ama sodomizzare la verità – scrive il legale vicentino – Durante gli ultimi giorni ho infatti precisato in più  sedi che il sottoscritto non ha rapporto alcuno con i gruppi che fanno riferimento a Beppe Grillo, cosa di per se’ niente affatto disdicevole. Ieri è stato Bruno Vespa a rilanciare durante Porta a Porta questa tesi, gia’ fatta propria da alcune testate vicine al premier”.

Ellero precisa di avere smentito seccamente anche poche ore prima di Porta a Porta ma che ”il dott.Vespa ha ugualmente deciso proseguire nel solco della mistificazione dei fatti. Questa nota costituisce ad ogni buon conto un invito e una diffida alla redazione di Porta a Porta affinché venga data alla presente la massima visibilità al fine di ristabilire un minimo di verità, terreno sul quale il dottor Vespa si muove evidentemente con la goffaggine di un pachiderma in una boutique di cristalleria”.