Enceladus: la luna di Saturno è il “paradiso” degli sciatori

Pubblicato il 5 Ottobre 2011 16:34 | Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre 2011 16:38
Enceladus_geyser

I geyser di Enceladus Credit: Cassini Imaging Team, SSI, JPL, ESA, NASA

ROMA – Enceladus sarebbe il paradiso di ogni sciatore ad appena 1.300 miliardi di chilometri circa dalla Terra. Il satellite di Saturno è soggetto a dei geyser molto potenti che emettono acqua e date le basse temperature superficiali ricade sul suolo in forma di neve.

I geyser di Enceladus sono noti per essere molto potenti, tanto da portare acqua fin sulla superficie di Saturno, che dista dal satellite ben 28 mila chilometri. Il fenomeno osservato e documentato dalla sonda Cassini ne fa il primo, ed unico, satellite osservato in grado di influenzare direttamente il clima del pianeta attorno al quale orbita.

Ma una cattiva notizia per gli appassionati di sci c’è. Le ben più che gelide temperature e la bassa gravità, che vale appena l’1 per cento di quella terrestre, rendono Enceladus decisamente inospitale per l’uomo. Inoltre lo spessore della neve non è uniforme sulla superficie. Si passa da zone in cui lo strato bianco ha uno spessore di appena qualche micrometro, cioè un milionesimo di metri, a zone in cui raggiunge circa 90 metri. Un paradiso per gli amanti degli sci, come tale destinato a rimanere un sogno.