Europride, l’orgoglio gay sfila a Roma: segui la diretta live

Pubblicato il 11 Giugno 2011 15:04 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2011 21:32

ROMA – Alle 15 in punto via ufficiale all’appuntamento con l’Europride, in partenza da piazza della Repubblica a Roma, con gran finale alle 21 al Circo Massimo con Lady Gaga in concerto. (Per vedere la diretta video clicca qui).

21.32 Prima dell’esibizione di Lady Gaga Rossana Praitano, presidente del circolo Mario Miele, e Paolo Patane’, presidente di Arcigay, assieme con Claudia Gerini hanno salutato la platea e hanno letto un messaggio della segretaria di Stato Usa Hillary Clinton nel quale si ricordava ”i diritti dei gay sono diritti umani, i diritti umani sono diritti dei gay”.

21.21 Sono due le contromanifestazioni sventate dagli uomini della Questura nel corso del pomeriggio odierno, in concomitanza con la manifestazione Europride. In particolare, intorno alle ore 18.30, dall’ultimo anello del Colosseo e’ stato esposto per pochi secondi uno striscione recante scritta ‘Forza Nuova Roma Capitale della tradizione’. L’intervento di personale della Digos e degli addetti alla vigilanza del monumento ha consentito l’immediata rimozione dello dello striscione e il fermo di 5 membri di Forza Nuova che saranno denunciati per manifestazione non autorizzata. Da quanto emerso, prima della chiusura del monumento si erano introdotti all’interno dopo aver acquistato regolarmente il biglietto d’ingresso, confondendosi tra i turisti. Un secondo tentativo di contromanifestazione e’ stato intercettato dal personale in borghese della Questura in piazza di Porta Metronia, dove un gruppo di circa 15 persone si era radunato, munito di caschi e di uno striscione recante la scritta ‘Foro 753 Circolo Farenheit’. Alla vista degli agenti il gruppo si e’ dileguato. Uno dei componenti e’ stato tuttavia bloccato. Per lui, a conclusione delle procedure di identificazione, scattera’ la denuncia per manifestazione non preavvisata e per travisamento in occasione di manifestazioni pubbliche. Per prevenire contro-iniziative la Questura aveva messo in campo agenti in borghese impegnati nella attuazione di servizi discreti in diversi punti della citta’ ritenuti piu’ a rischio.

21.08 ”In tv ho visto una Roma festosa, allegra e colorata. Peccato non essere li’, avrei ascoltato volentieri anche la musica di Lady Gaga. Provo simpatia e nutro un profondo rispetto verso chi manifesta convintamente per ottenere un diritto che attiene alla liberta’ personale”. Lo afferma Giancarlo Galan, ministro per i Beni e le Attivita’ Culturali.

20.58 Dopo l’intervento all’Europride al Circo Massimo, Lady Gaga lascera’ Roma gia’ questa notte. Secondo quanto si e’ appreso, e salvo cambiamenti di programma o slittamenti, la popstar italo-americana, al secolo Stefani Joanne Angelina Germanotta, partira’ con il suo aereo privato dall’aeroporto Leonardo da Vinci per una destinazione non resa nota, anche se potrebbe trattarsi di Londra o Parigi.

20.39 L’abito che Lady Gaga ha scelto di indossare per al sua attesissima apparizione all’Europride e’ un modello vintage Versace anni ’90 nei colori nero, oro e aragosta. Per rendere il look inconfondibile la pop star ha scelto una parrucca verde.

20.10 Caschetto verde fluo, occhialoni tondi neri, abito arancione vagamente orientale, cosi’ Lady Gaga e’ uscita poco fa dall’ albergo dove alloggia per dirigersi al Circo Massimo dove e’ l’attesa guest star dell’Europride. Fuori dall’hotel oltre cento fan che la aspettavano da stamattina: lei si e’ fermata e ha firmato qualche autografo prima che i responsabili della sicurezza la fermassero e la invitassero a salire su un suv nero.

19.35 In una Roma svuotata dalla calura estiva che ha portato molti a raggiungere le spiagge del litorale, e’ stato l’Europride a tenere compagnia a chi e’ rimasto in citta’. Tanta la curiosita’ dei romani che in molti casi si sono uniti alla sfilata e hanno accettato volentieri di portare in mano, e mostrare, piccoli manifesti recanti la scritta ‘Human rights pride’. Alcuni hanno seguito il corteo con figli al seguito, addirittura cosi’ piccoli a essere portati in passeggino. Al passaggio, il corteo rainbow e’ stato accolto da applausi e segni di approvazione. In molti si sono fatti fotografare con le drag queen coperte di piume di struzzo, abiti eccentrici, paillettes e scarpe dall’altezza improbabile. E foto sono state scattate anche dai balconi ai variopinti carri giunti da tutta Italia che mandavano musica a tutto volume. Tra i manifestanti anche numerosi fan di Lady Gaga: tute strettissime argentate e parrucche rigorosamente biondo platino, i segni distintivi dei ‘little monster’, cosi’ l’artista chiama i suoi sostenitori. Intanto a San Giovanni e’ andato in scena il contro-pride, ovvero il sit-in organizzato da Militia Christi, il movimento cattolico. Uno striscione recita: ‘No al gay pride, Alemanno vergogna’.

18.52 ”Roma capoccia della tradizione” firmato Forza Nuova e una croce celtica. Questo lo striscione anti-gay srotolato dal Colosseo da alcuni rappresentanti della formazione di estrema destra che nei giorni precedenti avevano piu’ volte criticato la parata gay. Lo striscione e’ stato subito ritirato dagli stessi manifestanti.

18.06 Al grido di ‘Viva Cristo Re’ e dopo aver recitato alcune giaculatorie in latino si e’ sciolto il sit-in organizzato da Militia Christi ai piedi della statua di San Francesco, a piazza San Giovanni, contro l’Europride che sta percorrendo nel frattempo le vie della capitale. Gli interventi sono iniziati verso le 16,30 e sono state esposte bandiere e striscioni. Il sit-in e’ stato controllato da 3 mezzi della polizia di stato a breve distanza.

17.50 Al corteo dell’Europride a Roma sfila anche un trenino dei genitori gay con i propri figli a bordo. L’iniziativa e’ organizzata dalle ”Famiglie arcobaleno”, l’associazione dei genitori omosessuali. ”Siamo donne e uomini che hanno accettato la propria omosessualita’ dopo aver avuto dei figli all’interno di una relazione eterosessuale”, si legge in un volantino che viene distribuito ai manifestanti per spiegare.

17.20 Coreografie goliardiche, ironia e provocazione all’Europride a Roma, in attesa dell’inizio del corteo dell’orgoglio gay. Su alcuni manifesti l’immagine ritoccata di Benedetto XVI e la frase ‘Veste Prada, ma e’ amica di Satana’. Un altro cartellone espone l’immagine della basilica di San Pietro con un divieto e la scritta ‘No vat’. Tra i carri ci sono anche alcuni venditori di palloncini dalla forma fallica e gli ambulanti che ne offrono urlando lo slogan: ”Chi e’ che lo vuole?”.

17.14 ”Siamo 400 mila e saremo sempre di piu”’. Lo ha detto al megafono uno degli organizzatori dell’Europride 2011, nel corso della parata che sta sfilando per le strade della Capitale.

17. 10 Una quarantina di militanti di Militia Christi, il movimento cattolico, hanno organizzato ai piedi della statua di San Francesco in piazza San Giovanni a Roma, un sit-in di protesta contro l’Europride, che si sta svolgendo nel frattempo nelle vie della capitale. Sul piedistallo della statua gli attivisti hanno esposto uno striscione con scritto ”No al gay pride, Alemanno vergogna”. Altri militanti, con bandiere di Militia Christi, stanno tenendo un altro striscione con su scritto ”No al gay pride si’ alla famiglia”.

16.51 ”Abbiamo bisogno di vivere in un Paese che rispetti le diversita’, che non sono una minaccia ma una ricchezza”. Lo ha detto il leader di Sinistra ecologia e liberta’, Nichi Vendola, intervenuto all’Europride 2011. ”Essere all’Europride significa testimoniare la necessita’ che l’Italia possa diventare europea – ha proseguito Vendola – adeguando i propri standard di diritti civili. Il nostro e’ un Paese in cui si fa fatica anche a bandire l’omofobia, che e’ stata sdoganata persino nel lessico istituzionale”.

16.45 E’ partito a Roma l’Europride, il corteo per la rivendicazione dei diritti e per l’orgoglio gay. Prima della partenza sono giunti in piazza della Repubblica, da dove e’ partita la sfilata, i presidenti della Regione Lazio e Puglia, Renata Polverini e Nichi Vendola. Il corteo arrivera’ al Circo Massimo, dove e’ attesa l’ esibizione dell’icona gay, Lady Gaga, passando per via Cavour e il Colosseo. In testa alla manifestazione c’e’ un primo carro colmo di persone che ballano al ritmo di musica, seguito da altri 36 mezzi accompagnati da musiche e ritmi festosi. Al corteo anche tante drag queen vestite in stile Lady Gaga e, a sorpresa, tra i carri, sventolano anche alcune bandiere di Futuro e liberta’.

16.13 Hanno deciso di passare la notte in bianco, sotto il cielo nuvoloso di Roma, pur di accaparrarsi un posto in prima fila al Circo Massimo, i fan di Lady Gaga. Aspetteranno il loro idolo fino alle 21 ma non sembrano curarsi della lunga attesa condita da qualche goccia di pioggia e qualche sprazzo di caldo sole. Tratto distintivo dei ‘Gaga little monster’, ovvero i ”mostriciattoli’ come la stessa cantante chiama i suoi fan, il vistosissimo trucco, le parrucche bionde e il look esagerato. Vengono da ogni parte d’Italia, dalla Liguria al Piemonte, dalla Sicilia alle Marche, pur di sentirla cantare anche una sola canzone, pur di vederla per una manciata di minuti in tutto. Ed e’ intanto Lady Gaga mania: venditori ambulanti espongono magliette, fasce e cappellini colorati con su scritto ‘Gaga’.

16.05 E’ stata accolta con un mazzo di fiori e tante strette di mano la presidente della Regione, Renata Polverini, appena arrivata a Piazza della Repubblica, da dove partirà il corteo per l’Europride, ma anche da contestazioni. ”Fascista, vai via – le hanno gridato uno sparuto gruppo di persone – non ti vogliamo”. Polverini ha ricevuto il mazzo di fiori dal portavoce del Gay Center, Fabrizio Marrazzo, che ha sottolineato l’impegno della governatrice sul fronte dell’omofobia. ”Sono qui perche’ rappresento la Regione Lazio – ha commentato la presidente – sono stata invitata dagli organizzatori dell’Europride e soprattutto dalle associazioni del Lazio con le quali stiamo collaborando nella lotta all’omofobia. Abbiamo montato degli stand a Piazza Vittorio e la mia giunta e’ da tempo impegnata in questi temi”. Interpellata sulle contestazioni, Polverini ha risposto: ”Questo e’ un paese che deve ancora crescere da questo punto di vista. Non si puo’ chiedere alle istituzioni di essere vicine e poi, quando ci sono, contestarle”.

15.57 I fan di Lady Gaga, un gruppetto di circa trenta persone di tutte le eta’, restano davanti all’Hotel Saint Regis ad aspettarla. Alcuni di loro sono qui da stanotte ma non l’hanno potuta vedere perche’ la pop star e’ entrata da una porta laterale. Nella sua esibizione, che prevede finora una canzone, ‘Born this way’, e un suo breve discorso sui diritti Lgbt, potrebbe esserci la sorpresa di un secondo brano, che dovrebbe essere ‘Alejandro’.

15.40 Lady Gaga è ancora nella Royal suite del St.Regis, l’albergo romano dove e’ arrivata alle 4 di stamani accompagnata dal suo entourage. La popstar, secondo quanto si apprende, per ora riposa e non ha voluto neanche pranzare. Nessuna richiesta stravagante o particolari capricci da diva. In compenso nella suite al primo piano del lussuoso hotel ha trovato un grande vassoio di frutta e una bottiglia di ottimo champagne. Per lei anche un omaggio floreale. La stanza e’ stata voluta dalla popstar anche perche’ dotata di una grande vasca idromassaggio e di una vera e propria ”salle de bain”. Oltre alla suite sono state prenotate anche altre 5 stanze per il suo staff. Ad aspettare che esca, un nutrito gruppo di fan e’ accalcato nei pressi della hall.

15.29 Chi vuole oggi si sposa in piazza della Repubblica. In occasione dell’Europride il Gay Center ha allestito in piazza dei mega cartonati che ritraggono due uomini in smoking e due donne in abito da sposa in cui le coppie gay e lesbiche possono inserire il volto e posare per una foto ricordo. Ad inaugurare i matrimoni simbolici ci sono i leader del movimento tra cui il presidente di Equality Aurelio Mancuso e il portavoce del Gay Center Fabrizio Marrazzo che commenta: ”Come ogni anno portiamo in piazza il nostro impegno per le unioni gay e lesbiche. Chiediamo che anche le coppie omosessuali vedano riconosciuto dall’ordinamento italiano il loro diritto all’amore”.

15.18 Si sta riempiendo Piazza della Repubblica a Roma, da dove a breve partirà la megaparata dell’Europride 2011. I carri allegorici sono già alle postazioni di partenza, in direzione Circo Massimo, e i manifestanti, provenienti da diverse parti d’Italia e d’Europa, espongono i loro slogan. ‘Equality and human rights for all!'(Uguaglianza e diritti umani per tutti) si legge su alcuni cartelli esposti da un gruppo di attivisti inglesi. ‘Different people, same rights’ (differenti ma stessi diritti) si legge sulla maglietta di un esponente di Amnesty International. ”Siamo arrivati a Roma questa mattina dal Portogallo – dicono due ragazze appena maggiorenni, che stanno già danzando al suono dei tamburi nella piazza capitolina – da quando abbiamo scoperto la nostra identità sessuale non ce ne perdiamo uno e viaggiamo in tutta Europa. Per rivendicare i diritti bisogna essere uniti”.