Farmaci, da oggi ridotti i prezzi di 4mila generici. Sconti fino al 40%

Pubblicato il 15 Aprile 2011 16:04 | Ultimo aggiornamento: 15 Aprile 2011 17:36

ROMA – Entra in vigore a partire da oggi, 15 aprile, il taglio del prezzo di circa 4 mila farmaci generici, cioè quelli fuori brevetto. L’Agenzia Italiana del Farmaco nei giorni scorsi aveva pubblicato sul suo sito internet la cosiddetta ‘lista trasparenza’, che contiene l’elenco dei nuovi prezzi di riferimento di tali medicinali. Si tratta di un elenco di 4189 specialità il cui prezzo è stato ridotto, così come previsto dalla manovra estiva 2010, sulla base del confronto con i prezzi vigenti in altri Paesi europei, UK, Germania, Francia e Spagna.

Il prezzo dei nuovi farmaci, scontato fino ad un massimo del 40%. E’ stato calcolato che il risparmio potrebbe ammontare fino a 800 milioni di euro l’anno, solo per l’anno in corso di 625 mln di euro.

In una nota Federmarca scrive: “Le farmacie non sono responsabili dell’entità della quota chiesta ai cittadini” per ”ritirare molti farmaci concedibili in regime del Servizio sanitario nazionale a brevetto scaduto”. L’assozciazione di categoria scrive poi: ”i cittadini devono pagare di tasca propria una quota” che ”corrisponde alla differenza tra il prezzo al pubblico del farmaco ricevuto e il nuovo prezzo di rimborso stabilito dall’Aifa”.

”Tale novità – ricorda la nota – è prevista dalla legge 122/2010, che ha modificato il meccanismo del sistema del prezzo di riferimento dei medicinali equivalenti. Nei prossimi giorni i produttori di farmaci equivalenti potranno adeguare il prezzo dei propri farmaci ai nuovi prezzi di riferimento, stabiliti dalla delibera Aifa in attuazione della legge n.122/2010”.

”Si ricorda – conclude Federfarma – che l’adeguamento richiede tempi tecnici per la pubblicazione dei nuovi prezzi in Gazzetta Ufficiale, II Parte, e che, ovviamente, l’imposizione di questo onere come l’entità della quota richiesta ai cittadini non dipendono affatto dalla farmacia”.