Usa, segue le indicazioni di Google Maps e viene investita: ora chiede 100mila dollari di danni

Pubblicato il 31 Maggio 2010 15:11 | Ultimo aggiornamento: 31 Maggio 2010 15:21

Guai giudiziari per Google: una donna statunitense ha chiesto i danni al colosso della rete di Mountain View dopo essere stata investita per aver percorso a piedi un’autostrada, seguendo alla lettera le istruzioni di Google Maps.

Lauren Rosenberg, questo il nome della presunta vittima del servizio di mappe e navigazione on line di Google, afferma di aver cercato col suo BlackBerry le direzioni, per i pedoni, per un itinerario a Park City, nello Utah, e di essere stata condotta da Google Maps su un’autostrada molto trafficata senza nessun tipo di passaggio pedonale, dove è stata quindi investita da Patrick Harwood.

Il fatto è accaduto il 19 gennaio 2009 e ora la causa è stata depositata presso una corte distrettuale dello Utah e vede la signora Rosenberg citare in giudizio per oltre 100 mila dollari di danni sia Harwood, sia Google.

Quest’ultimo, secondo i suoi legali, sarebbe colpevole di averle fornito le indicazioni senza avvertire che quella strada non era sicura da percorrere a piedi perché sprovvista di marciapiedi o passaggi pedonali, un’indicazione che invece compare sullo stesso itinerario creato dal sito web di Google Maps. La donna, però, sostiene che utilizzando l’applicazione dal suo BlackBerry non ha ricevuto lo stesso avvertimento.