“I disoccupati della scuola sono 42 mila”, la Gelmini smentita dal suo decreto salva-precari

Pubblicato il 21 Ottobre 2010 18:03 | Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre 2010 18:03

Mariastella Gelmini

Il ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini taglia i posti a scuola, ma crea un salvagente per i docenti. E’ boom di richieste per accedervi, secondo quanto denuncia la Cisl, che spiega: può fare domanda solo chi aveva una cattedra ed è rimasto disoccupato.

Tra docenti e personale amministrativo, tecnico e ausiliari, in tutto i precari della scuola sono 42 mila. “Serve – dichiara Francesco Scrima – una diversa politica degli organici, serve un piano di assunzioni che abbia come obiettivo la copertura di tutti i posti vacanti con personale assunto a tempo indeterminato”.

Eppure la Gelmini ha sempre minimizzato l’impatto della riforma sull’occupazione:  67 mila cattedre tagliate meno 55 mila pensionamenti faceva un totale di “appena” 12 mila posti in meno, secondo il ministro. Eppure i dati Cisl parlano di molti più precari.