Kepler 10-b: è il pianeta più piccolo finora scoperto

Pubblicato il 11 Gennaio 2011 1:25 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2011 1:05

E’ il pianeta esterno al Sistema Solare più piccolo finora scoperto, è roccioso e le sue dimensioni sono pari a 1,4 volte quelle della Terra. Si chiama Kepler-10b, in onore del satellite Kepler della Nasa, che lo ha scoperto dopo ben otto mesi di osservazioni. Kepler ha fornito ”la prima dimostrazione dell’esostenza di un pianeta roccioso che orbita intorno a una stella diversa dal nostro Sole”, ha detto Natalie Batalha, membro del gruppo scientifico della missione Kepler presso il centro di ricerche Ames della Nasa e autrice della ricerca pubblicata sull’Astrophysical Journal.

Le dimensioni di questa sorta di lontanissimo ”fratello” della Terra sono state calcolate sulla base delle variazioni della luminosità nella stella registrate dagli strumenti di Kepler ogni volta che il pianeta transitava di fronte ad essa. La missione Kepler è la prima pianificata dalla Nasa per andare a caccia di pianeti simili alla Terra e localizzati nelle cosiddette ”zone abitabili”, ossia le regioni di un sistema planetario nelle quali ci sono condizioni tali da rendere possibile che sulla superficie di un pianeta esista acqua allo stato liquido.

Molto probabilmente non è questo il caso del pianeta appena scoperto, considerando che è vicinissimo alla sua stella, almeno 20 volte più vicino di quanto Mercurio lo sia al Sole. Tuttavia secondo i ricercatori ”la scoperta di Kepler 10-b è una pietra miliare nella ricerca di pianeti simili al nostro. Sebbene questo pianeta non si trovi in una zona abitabile, dimostra quali scoperte senza precedenti diventino possibili”.