La nave respinta con 1800 marocchini riparte da Augusta

Pubblicato il 16 Marzo 2011 11:12 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2011 11:14

ROMA – Il traghetto ‘Mistral Express’, con a bordo oltre 1.800 immigrati, quasi tutti marocchini, provenienti dalla Libia, ha terminato il rifornimento nel porto siciliano di Augusta, con una bettolina.

Le operazioni si sono svolte regolarmente e non ci sono stati problemi da parte dei passeggeri. La nave, che non è stata fatta ormeggiare in banchina, sta ora ripartendo: sarà accompagnata dalla corvetta della Marina militare Sfinge fuori dalle acque territoriali italiane per poi riprendere la rotta verso il Marocco.

Inizialmente dal Viminale era partita l’indicazione di non far entrare il Mistral nelle acque territoriali italiane, ma di far effettuare il rifornimento direttamente in mare. A questo scopo erano anche state contattate alcune compagnie petrolifere per trovarne una disponibile a fare l’operazione. Solo dopo aver avuto precise assicurazioni, dal ministero è poi arrivato l’ok a far entrare la nave nel porto di Augusta per rifornirsi di carburante.