L’Aquila, ‘Comitato 3e32’ contro Bertolaso: “Da lui solo chiacchiere”

Pubblicato il 8 Ottobre 2010 15:55 | Ultimo aggiornamento: 8 Ottobre 2010 15:56

Guido Bertolaso

Duro attacco del Comitato ‘3e32’, gruppo di cittadini abruzzesi colpiti dal terremoto del 6 aprile contro il capo della Protezione civile Guido Bertolaso. Giovedì 7 ottobre, infatti, il sottosegretario aveva annunciato  la disponibilità di 14 miliardi di euro fino al 2012 per la ricostruzione dell’Aquila. Ma alle promesse di Bertolaso il comitato non crede e racconta una realtà ben diversa: “‘La ricostruzione è completamente ferma, e manca completamente una qualsiasi forma di idea o progetto complessivo per il rilancio economico e sociale del territorio”.

”Di fronte a questa notizia – si legge in una nota – sorge spontanea una domanda: perché allora stiamo già ripagando tutte le tasse, i tributi e i mutui, mentre negli altri terremoti la sospensione è durata cinque anni? E ci chiediamo inoltre, perché da dicembre dovremo restituire il 100% dei tributi non pagati mentre negli altri disastri si è restituito meno della metà (Umbria 40%, Alessandria 10%) e dopo 12 anni?”.

”A Bertolaso – prosegue il Comitato – ricordiamo ancora una volta che all’Aquila servono i fatti, non le chiacchiere e le promesse a cui siamo già abituati. In particolare è oggi fondamentale che nella manovra finanziaria di prossima approvazione sia inserito un provvedimento che garantisca al nostro territorio lo stesso trattamento finanziario che è stato adottato nelle precedenti catastrofi”.

”Se ciò non accadrà – si conclude nella nota – siamo pronti da subito a riprendere forme di mobilitazione, più radicali e partecipate, di quelle che ci hanno portato a bloccare l’autostrada in 20 mila e sotto Palazzo Chigi a Roma in seimila, nonostante le manganellate. Il contentino delle 120 rate, sempre da gennaio e sempre al 100%, è poco meno di una presa in giro, e noi di prese in giro non ne accettiamo più”.