Zuckerberg: “I tredicenni usino Facebook”

Pubblicato il 25 Maggio 2011 17:20 | Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2011 17:20

LONDRA – In Gran Bretagna e in America non si può, Facebook è off limits per gli under 13 ma adesso il patron in persona rimescola le carte in tavola.

Mark Zuckerberg, padre del social network che di anni ne ha 27, ha pubblicamente fatto appello perché anche i ragazzini possano usare bacheca, foto e profili in condivisione con il resto del mondo o quasi.

«La mia filosofia è che per istruire i ragazzi bisogna cominciare quando questi sono ancora molto giovani – ha spiegato Zuckerberg al summit sull’innovazione nelle scuole a Newark, in New Jersey – ma a causa del divieto non abbiamo ancora iniziato questo processo di apprendimento e solo eliminandolo potremmo vedere se funziona davvero».

Eppure la sua uscita ha fatto scattare le lamentele della alla famiglia di Ashleigh Hall di Darlington, che venne uccisa da Peter Chapman, un uomo che l’aveva abbordata proprio su Facebook spacciandosi come coetaneo. «Vogliono che accada un’altra tragedia come la nostra prima di fare qualcosa? E’ veramente scandaloso. Se questa gente avesse passato quello che abbiamo passato noi, capirebbe cosa significa. Dicono di avere tutte le impostazioni di sicurezza, ma permettere agli under 13 di andare sul sito è una cosa assolutamente ridicola»