Gli astronauti di Mars500 pronti a ”tornare” sulla Terra

Pubblicato il 7 Settembre 2011 20:03 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2011 20:04

ROMA – Il programma di Mars500 sta per  finire e i sei astronauti, ribattezzati marsonauti, ”torneranno” sulla Terra dopo 520 giorni di isolamento in una navicella spaziale che simula un eventuale viaggio verso Marte. I sei marsonauti provengono dalla Russia, dalla Cina e dall’America e dispongono di appena 3 metri quadri a persona.

Le giornate per gli astronauti passano tra gli esperimenti scientifici, la scrittura di diari e la realizzazione di video riguardanti l’esperienza che stano vivendo e tra loro c’è Diego Urbina, che nel periodo di isolamento ha aggiornato il suo Twitter spiegando come sia “possibile dire ad un robot di andare su un altro pianeta, ma non possiamo insegnargli come apprezzare l’arte o la bellezza in ciò che vedrà”, e ciò che gli mancherebbe come “il tocco dell’erba, le coccole ad un cane, l’odore dell’aria, ascoltare gli uccelli, mangiare un cheesburger, fare una doccia e abbracciare una persona cara”.

Ogni giorno l’equipaggio assume vitamina D, per compensare la mancata esposizione ai raggi solari, e per la data di uscita dalla navicella, prevista per il 4 novembre, sono pronti degli speciali occhiali con lenti rosse per proteggere gli occhi non più abituati alla luce del Sole. Il marsonauta Oliver Knickel ha poi spiegato che uno dei problemi in missioni di questo tipo è il cibo, per una dieta giornaliera che “consiste  colazione, pranzo, cena e due spuntini”, come ha spiegato Knickel sul sito web della European space agency, ESA.

Il prossimo passo del programma di simulazione dei viaggi su Marte consisterà nel ristabilire un contatto radio in tempo reale con la torre di controllo e consisterà in un check up medico dell’equipaggio il prossimo 15 settembre, prima del “rientro” a Terra dei coraggiosi marsonauti a lungo lontani da casa.