Melania. Salvatore Parolisi: “I miei sbagli non c’entrano con la sua morte”

Pubblicato il 13 Maggio 2011 19:01 | Ultimo aggiornamento: 13 Maggio 2011 19:27

ROMA – Salvatore Parolisi, il vedovo di Melania Rea, ammette “i propri errori”, ma – dice – non c’entrano “con quello che e’ successo” alla moglie. Intervistato da Quarto Grado – che ha diffuso un’anticipazione – l’uomo rivolge un appello : “Portarmi chi è stato: questo dovete fare”.

“Io sono una persona distrutta”, racconta Parolisi a Quarto Grado, la trasmissione condotta da Salvo Sottile, che ha diffuso un’anticipazione dell’intervista che andrà in onda questa sera durante la trasmissione, in diretta su Retequattro alle 21.15. E aggiunge: “Anziché indagare su quello che uno ha potuto fare sbagliare o meno…. Andassero a beccare chi è stato. Chiedo questo a tutti: darmi una mano, a chi ha visto qualcosa e sentito qualcosa li’, a San Marco. Non voglio…, non voglio che si continui a far soffrire la mia famiglia, la sua famiglia, tutte le persone che la conoscono e sentire tutte queste cose su di me”.

Parolisi prosegue: “Uno ammette i propri errori. Ma non c’entra niente con quello che è successo… a Melania”. E prosegue con un appello: “Portarmi chi è stato: questo dovete fare. Lo chiedo a tutti i giornalisti, a tutte le persone. Non voglio essere più scocciato, non voglio più fare interviste. Le faremo alla fine. Basta”.