Meredith, l’avvocato Bongiorno in ospedale per la gravidanza ma il processo non si ferma

Pubblicato il 6 Dicembre 2010 15:08 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2010 15:08

Giulia Bongiorno

È ricoverata da sabato scorso al policlinico Gemelli di Roma l’avvocato Giulia Bongiorno, difensore di Raffaele Sollecito che non intende opporsi allo svolgimento a Perugia, in sua assenza, della prossima udienza del processo d’appello al giovane pugliese e ad Amanda Knox per l’omicidio di Meredith Kercher.

In occasione dell’inizio del dibattimento, il legale aveva chiesto un rinvio perché i medici le avevano proibito i trasferimenti, considerata la sua gravidanza. La Bongiorno ultimamente si è incontrata con gli altri difensori di Sollecito per mettere a punto la strategia processuale.

L’avvocato conta di poter comunque partecipare alle successive udienze (già fissata quella del 18 dicembre) quando il processo entrerà nel vivo. Secondo quanto si è appreso in ambienti della difesa la non opposizione allo svolgimento della prossima udienza anche in assenza dell’avvocato Bongiorno è  stata decisa per non ostacolare il veloce svolgimento del processo.