Minzolini e la Rai. Lo scambio tra carta di credito e Panorama

Pubblicato il 12 Maggio 2011 16:04 | Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2011 16:42
minzolini_augusto

Augusto Minzolini

ROMA – Spese libere ma stop alla collaborazione con Panorama: la condizione era questa, ma ora Augusto Minzolini restituisce i soldi a mamma Rai e torna a scrivere per il settimanale di casa Berlusconi.

Le cose sono andate più o meno così: sessantaquattro mila euro almeno in quindici mesi di spese con la carta di credito della Rai. Per questi acquisti, cene, alberghi (che gli sono costati l’iscrizione nel registro degli indagati della procura di Roma per peculato) e altro il direttore del Tg1 aveva annunciato la restituzione immediata e così, stando a quanto scrive Repubblica, ha fatto.

Con tre rate avrebbe risolto la questione dello scandalo note spese, ottenendo di fatto uno “scambio”: carta di credito con Panorama. Sì, perché Minzolini ha ricominciato a scrivere per il settimanale, con la sua rubrica dal titolo evocativo “Minzulpop”.

Secondo quanto scrive Repubblica infatti il direttore dell’informazione della prima rete Rai poteva sì usare la carta liberamente, ma a condizione che ci fosse “la fine della collaborazione con il periodico imposta dall’azienda per il diritto di esclusiva”.

Era il 26 marzo scorso quanto Minzolini in un’intervista al settimanale A annuncio: “Vogliono usare questa storia dei rimborsi spese per tenermi sotto schiaffo, ma io non ci sto. Io quei soldi ora li restituisco”, rivelando un fitto carteggio con l’allora dg Rai Mauro Masi.