La “munnezza” in trasferta, quella di Napoli andrà in Spagna o in Germania

Pubblicato il 17 Novembre 2010 16:07 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2010 21:52

Cumuli di rifiuti nelle strade napoletane

La spazzatura di Napoli supererà le Alpi, il governo è a caccia di soldi per spedire la “munnezza” direttamente in Spagna o in Germania. Oltreconfine i costi si abbassano, quindi meno quattrini da spendere che per mandarla a Reggio Emilia. L’operazione estera costerebbe circa 650 milioni di euro, ma si risparmierebbero i soldi per dividere l’umido dal secco, perché all’estero ci sono gli impianti che potrebbero accogliere l’immondizia così come è quando viene raccolta.

Se fra centro storico, il bel quartiere di Chiaia, come la periferia a Ponticelli, le strade sono invase da cumuli di spazzatura sembra che la soluzione per togliersi dai piedi le 3 mila tonnellate che fanno puzzare la città sia questa. Almeno così pensano ai piani alti di Regione Campania e governo.

Facendo i conti la discarica di Chiaiano non può accogliere più di 500 tonnellate al giorno, quella di Terzigno è bloccata da una ordinanza del sindaco. Come fare? Da giorni si pensa a mandare via la spazzatura e la Regione sembra ora vicina ad un accordo tra alcune aziende.

In testa alla cordata salva Napoli dai rifiuti ci sarebbe il Cipe, dove giovedì 18 dovrebbero dare o no il via a navi e treni per fare partire la spazzatura.