Napoli. Mastella insultato in strada dai disoccupati

Pubblicato il 11 Gennaio 2011 1:00 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2011 0:47

Il leader dei ”Popolari per il Sud” Clemente Mastella, è stato insultato e minacciato nel pomeriggio da un gruppo di disoccupati organizzati del ”progetto Bros”, nella zona di Spaccanapoli, centro antico della città. L’ eurodeputato, in compagnia di alcuni esponenti del suo partito, stava percorrendo poco dopo le 16 Spaccanapoli quando, all’altezza di Piazzetta Nilo, è stato avvicinato da un gruppo di disoccupati del progetto Bros, che si definiscono precari.

”La discussione si stava svolgendo con toni calmi, ma all’ improvviso alle nostre spalle è giunto un secondo gruppo di disoccupati che hanno cominciato a minacciare ed a lanciare pesanti insulti”. Mastella è stato accerchiato e stretto accanto ad un muro. All’ eurodeputato è stato chiesto un intervento immediato sull’ assessore regionale al lavoro Severino Nappi per ”trovare i soldi” che consentano la ripresa dell’ erogazione del sussidio ai circa 4800 disoccupati del progetto Bros.

Il segretario dei Popolari per il Sud ed ex ministro della giustizia, che da circa un mese non ha più la scorta della polizia, ha informato il prefetto di Napoli ed il questore dell’ accaduto. In mattinata alla Regione c’è stato un burrascoso confronto tra una delegazione di disoccupati e l’assessore Severino Nappi, interrotto da un tentativo di aggressione e dall’intervento della polizia che ha messo in salvo l’assessore.