Natale e Capodanno, attenzione al “jet lag sociale” dopo le feste

Pubblicato il 1 Gennaio 2011 14:52 | Ultimo aggiornamento: 1 Gennaio 2011 20:39

Vacanze di Natale, feste di Capodanno: forse è meglio senza, secondo uno studio di scienziati britannici. Assenza dal lavoro e ore piccole per i veglioni scombussolano l’orologio biologico dell’organismo provocando effetti simili a quelli del jet lag. Tant’è vero che gli esperti dell’Università del Surrey hanno parlato proprio di ‘jet lag sociale’, un malessere paragonabile a quello provocato da spostamenti in aereo con corredo di cambio di fuso.

I disguidi di due settimane di vacanza durano a lungo con disturbi del sonno la notte, difficoltà a alzarsi la mattina e sonnolenza durante il giorno una volta rientrati in ufficio. Secondo Victoria Revell, cronobiologa inglese, le vacanze di Natale mandano in tilt l’organismo come se si attraversassero due fuso orari verso ovest”.

Altri sintomi includono la perdita dell’appetito, difficoltà di concentrazione, mancanza di energia, fatica e irritabilità. Il consiglio della Revell per non pagare un prezzo troppo alto una volta finte le feste: non esagerare con le nottate e alzarsi a un’ora ragionevole anche durante le vacanze.

[gmap]