Neve, piogge e frane su tutta Italia. Il maltempo causa un disperso

Pubblicato il 28 Novembre 2010 19:54 | Ultimo aggiornamento: 28 Novembre 2010 21:25

Neve al Nord, bora a Trieste, piogge, frane e allagamenti nel resto del Paese. Un volontario caduto in un torrente in Umbria mentre operava per l’emergenza maltempo. E’ stata una domenica complicata per l’Italia, funestata da una vasta perturbazione che si estende fino all’Africa settentrionale. Intanto, e’ morto nella notte Marco Balbarini, di Maranello (Modena), escursionista ricoverato in gravissime condizioni nel primo pomeriggio di ieri dopo essere rimasto sepolto da una slavina sul monte Cusna che aveva ucciso l’amico Andrea Costi. Neve e’ caduta in mattinata su Torino, pochi centimetri che hanno creato suggestioni ma non disagi.

Piu’ sostenuta la nevicata su Bologna che ha portato al rinvio della partita Bologna-Chievo. Imbiancate anche le alture vicino a Genova e i quartieri collinari della citta’, sferzata da un vento gelido che ha raggiunto i 90 kmh. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per grondaie pericolanti, alberi e rami caduti sulla strada, cartelli divelti. Fiocchi bianchi non hanno risparmiato le autostrade. Rallentamenti e code si sono registrate sul tratto appenninico dell’A1 per la presenza di due punti di filtraggio e la circolazione di veicoli non equipaggiati. Le precipitazioni nevose hanno interessato ben 800 km della rete di Autostrade per l’Italia.

Proprio per prevenire i disagi degli automobilisti il Centro di coordinamento nazionale viabilita’ del Dipartimento di Pubblica sicurezza ha predisposto il ‘Piano neve’ 2010-2011′, che prevede la mappatura aggiornata dei nodi autostradali piu’ esposti a criticita’. Al Centro e al Nord le forti piogge hanno provocato allagamenti e frane. Nel salernitano, a Ostigliano, frazione di Perito, disposta un’ordinanza di sgombero per 60 famiglie a causa di un movimento franoso che coinvolge la collina soprastante il centro storico del paesino, in tutto una ottantina di abitazioni. Le ordinanze resteranno valide anche per i prossimi giorni, nonostante il pericolo non immediato per le abitazioni coinvolte. Le famiglie sgomberate, oltre un centinaio di persone, dovranno quindi trovare alloggio presso amici, parenti e strutture ricettive della zona. Smottamenti e allagamenti, inoltre, in Toscana, Umbria e Marche.

Il maltempo ha complicato anche i collegamenti marittimi. Per il mare a forza 7 e il forte vento niente aliscafi tra Napoli e isole di Capri, Ischia e Procida. Capitolo incidenti. Risulta disperso un volontario 34enne dell’associazione della Misericordia caduto nel torrente Caina a Corciano (Perugia) mentre operava in seguito all’emergenza maltempo in corso nella zona, dove si segnalano numerosi allagamenti. L’uomo e’ precipitato nel corso d’acqua intorno alle 16.30, in un punto con molto fango e melma. Le ricerche sono proseguite per tutto il pomeriggio senza esito. A lieto fine, invece, la disavventura di una quarantina di scout tra gli 11 e i 15 anni rimasti isolati in una casa vacanze di Vologno (Reggio Emilia), mentre l’autista del pullman che li doveva riaccompagnare a casa non e’ riuscito a raggiungerli. L’intervento della Polstrada ha pero’ permesso il ritorno a casa.

A Roma oltre 130 interventi dei Vigili del Fuoco. Strade allagate e disagi a Roma, dove un temporale si e’ abbattuto in serata, creando molte difficolta’ agli automobilisti. Moltissime le segnalazioni ai vigili del fuoco, che in giornata hanno registrato 130 interventi, molti dei quali dovuti proprio al maltempo. Diverse persone sono rimaste in auto, durante il diluvio, tuttora in corso, e hanno chiesto aiuto ai vigili del fuoco. Il 115 ha inviato i suoi operatori, nelle ultime ore, in diverse zone della capitale: piu’ colpite via della Maglianella, via del Forte Triofale, viale Ionio. Segnalati anche diversi alberi caduti, che non hanno pero’ provocato danni a cose o persone. Il maltempo ha rovinato a tanti il primo weekend di shopping prenatalizio: i negozi oggi nella capitale erano rimasti aperti.

Vicino Senigallia (An) esonda un fiume. E’ drasticamente peggiorata la situazione del maltempo nel Senigalliese, in provincia di Ancona. A causa della pioggia incessante, il fiume Cesano si e’ gonfiato ed e’ esondato in localita’ Abbruciata. Evacuato il cento commerciale Ipercoop ‘Maestrale’, che era aperto e affollato di clienti. Sul luogo sono al lavoro i vigili del fuoco di Senigallia e di Ancona con mezzi anfibi e sommozzatori.