Niente cinema e teatro per un giorno: sciopera la cultura

Pubblicato il 21 Novembre 2010 13:58 | Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2010 14:01

Cinema, teatri, sale culturali: più di 250mila lavoratori dello Spettacolo scioperano lunedì 22 novembre contro i tagli del governo.

Tutti a braccia conserte per protestare contro la riduzione del contributo statale (Fus) a 288 milioni di euro, minimo storico, con un taglio di quasi il 40%.

Lo sciopero è stato organizzato dai sindacati confederali (Slc-Cgil, Fist-Cisl e Uilcom-Uil) e hanno aderito Agis e Anica. Gli appuntamenti saranno in varie città italiane: un’assemblea alle 10.30 al cinema Adriano a Roma, a Genova Zubin Mehta terrà un concerto al Carlo Felice e a Milano dalle 15 alla Camera del Lavoro parleranno Stephane Lissner, sovrintendente della Scala, Sergio Escobar, direttore del Piccolo, Andrèe Ruth Shamah, Renato Sarti.