La porno segretaria del Pd: commenti e battute sul sito di Bersani

Pubblicato il 30 Giugno 2011 21:02 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2011 21:05

Gli scatti hard incriminati

SAN MINIATO (PISA) – C’è chi l’attacca, chi la difende, chi invece se la cava con una battuta. La pagina online di Pier Luigi Bersani dove alcuni malevoli (o bene informati?) ritengono abbia scritto la segretaria del Pd a luci rosse, quella che ha recitato in un film porno (“E’ venuto a saperlo mia madre”, prodotto dalla CentoXCento, guarda le foto) è stata letteralmente presa d’assalto dai lettori. Oltre 15 commenti lasciati negli ultimi 2 giorni dopo un buco durato oltre due anni. Nessuna certezza e tante false ipotesi sul nome della ragazza anche se ne sono circolati alcuni, uno lanciato dal Secolo XIX che si è poi corretto, sull’altro invece ancora nessuna smentita per ora.

“Italia paese di ipocriti e bigotti. Io non sono un fan di questa ragazza (mi sembra che abbia detto delle banalità inquesto intervento) ma voglio difendere il suo diritto a parlare, indipendentemente dal fatto che le piaccia farsi riprendere mentre scopa”, scrive un lettore che si firma Alessandro.

Di diverso parere Leonhard: “Ecco il risultato di 30 anni di telerimbambimento berlusconiano.. 30 anni fa a un giovane avviato alla carriera politica non sarebbe passato nemmeno per l’anticamera del cervello di fare stupidaggini simili.. non perché era più puro, ma perché non era tanto stupido! E a chi dice che in fondo sono affari suoi rispondo NO. Chi ha la pretesa di rappresentarmi in politica deve essere migliore di me, privato cittadino, fosse solo perché deve pensare a cose serie e gli viene regalata una vita agiata e piena di privilegi.. se uno non riesce a trattenersi dall’esibire frenesie copulatorie, miliardario di destra o giovane di sinistra, se ne restasse alla sua vita privata e facesse i comodacci suoi. Mille volte meglio politici normali e noiosetti alla Bersani o alla Binetti, almeno di loro sono sicuro che non saltano fuori video hard!!”.

Critico anche Nonno Ernesto: “Una comoda carriera politica gettata nel cesso per un colpo di testa.. ma cosa passa per la testa dei giovani di oggi?? Certe cose le facevamo anche noi, ma in privato e senza testimoni! Pensavi forse che nell’era di internet una mascherina potesse salvarti la privacy? Sono arrivato a questa pagina in due minuti da Google, vedi tu..”.

Poi c’è chi ci scherza su tra battute e doppi sensi. “Viva il bunga bunga di sinistra”, “Stai bene anche bionda!”, “E mò mi vado a scaricare stò filmino così vediamo davvero quanto sei brava”.