Predappio, turismo fascista: ecco il gelato del Duce

Pubblicato il 4 Luglio 2011 11:12 | Ultimo aggiornamento: 4 Luglio 2011 11:14

PREDAPPIO – A Predappio l’economia gira grazie al “turismo fascista”. Anche se l’amministrazione comunale è di centrosinistra, scrive Giulia Zaccariello sul Fatto Quotidiano, il sindaco Giorgio Frassineti ha deciso di sfruttare la tomba di Benito Mussolini, ospitata proprio nel cimitero del paesino romagnolo.

Oltre agli immancabili negozi di souvenir, presi d’assalto dai nostalgici del Duce che vanno in pellegrinaggio al mausoleo di famiglia, adesso esiste anche il gelato del Duce. Si tratta, spiega la Zaccariello, di un gelato fatto interamente di cioccolato fondente.

Lavorato “con acqua al posto del latte”, sottolinea Zaccariello, “il gelato è scurissimo, di colore quasi nero, in pieno stile fascista. E può essere addirittura abbinato a una crema alla vaniglia, denominata ‘crema anni Venti’”.

La tendenza alla rievocazione del passato, continua Zaccariello, “quest’anno ha contagiato anche l’amministrazione rossa di Forlì. È di qualche settimana fa infatti l’avvio del progetto Atrium che punta a rendere a tutti gli effetti la città romagnola “capitale” dell’architettura fascista”.