Rifiuti, sì alla discarica di Cava Vitiello dal Pdl campano

Pubblicato il 20 Ottobre 2010 19:48 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2010 19:47

Il Pdl campano “benedice” la Cava Vitiello. ”L’unica strada è il rispetto della legge e questa prevede la realizzazione della nuova discarica di Cava Vitiello, una discarica controllata e sicura in grado di garantire la massima tranquillità alle popolazioni residenti migliorando radicalmente la situazione attuale”.

E’ la posizione emersa dall’incontro svoltosi a Roma tra i parlamentari campani del Pdl, il governatore Stefano Caldoro ed i presidenti delle Province Cesaro (Napoli), Cirielli (Salerno) e Sibilia (Avellino), secondo quanto ha reso noto il deputato Nicola Formichella a nome dei parlamentari della Campania.

”La delegazione parlamentare ha appreso – si legge nel documento approvato – con soddisfazione che nei prossimi giorni partiranno le procedure di appalto per i termovalorizzatori di Napoli Est e Salerno e dell’avanzata costruzione degli impianti di biostabilizzazione e compostaggio dei rifiuti bloccati da anni”.

”Tutto ciò consentirà alla Campania – sottolineano i parlamentari – di poter contare finalmente su un sistema a regime fermo restando la necessità inderogabile da parte dei comuni, a cominciare dal capoluogo di Napoli, di rispettare le previste percentuali di raccolta differenziata”.

”Il Governo, da parte sua, dovra’ mantenere gli impegni assunti – conclude la nota – in merito alla compensazioni finanziarie in favore delle amministrazioni che ospitano impianti sul proprio territorio, così come si dovranno garantire le condizioni di sicurezza e di ordine pubblico”. E’ stato ribadito che l’ordinanza del presidente della Regione – nella quale si autorizzano i comuni del Napoletano a utilizzare le discariche in provincia di Caserta, Avellino e Benevento in considerazione delle difficolta’ per lo sversamento a Terzigno – cesserà gli effetti il prossimo 26 ottobre.