Roma, lite tra vicini di casa: uno attacca briga, l’altro gli spacca un bastone sulla testa

Pubblicato il 25 Settembre 2010 14:00 | Ultimo aggiornamento: 25 Settembre 2010 14:00

Ha attaccato briga con il vicino di casa minacciandolo con un bastone ma, per tutta risposta, è stato disarmato e preso a bastonate. Un uomo di origini calabresi è stato ricoverato al policlinico Casilino di Roma in gravi condizioni dopo essere stato colpito alla testa con un bastone da un romeno, suo condomino, con il quale aveva avuto venerdì una lite per futili motivi.

Il romeno, già ricercato per furto, è stato arrestato. L’uomo aveva denunciato venerdì ai carabinieri di essere stato aggredito dall’italiano sul pianerottolo nel palazzo dove abitava in zona Collatina. Secondo una prima ricostruzione, i due avrebbero avuto una lite intorno alle 22.45. L’italiano, 36 anni, pregiudicato, era ubriaco e avrebbe aggredito con un bastone il rumeno, un operaio di 32 anni. Quest’ultimo avrebbe reagito riuscendo a sottrarre il bastone e colpire alla testa l’italiano, che è scappato e andato in ospedale con una grossa ferita alla testa.

Le sue condizioni parevano serie anche se non gravi, ma dopo appena due ore l’uomo è scappato dall’ospedale: è stato poi ritrovato da una volante della polizia sulla via Casilina, dove giaceva a terra in stato di incoscienza. L’uomo è stato nuovamente ricoverato e operato al cervello. Per il romeno, che ore è in arresto per il precedente reato di furto a suo carico, si profila l’ipotesi di lesioni gravissime o quella di tentato omicidio. Sulla vicenda indaga il nucleo radiomobile dei carabinieri di Roma.