Sarah Scazzi, Cosima Misseri contro il marito Michele: “Non è più lui, colpa dei medicinali”

Pubblicato il 9 Novembre 2010 17:41 | Ultimo aggiornamento: 9 Novembre 2010 20:37

“Mio marito Michele non è più lui”: Cosima Serrano, sentita dai carabinieri e dalla squadra di polizia giudiziaria nella sua abitazione ad Avetrana, avrebbe riferito di aver trovato in carcere il marito Michele Misseri sotto l’effetto di farmaci e tranquillanti che avrebbero un effetto destabilizzante.La donna è stata interrogata a proposito dell’omicidio della nipote Sarah Scazzi.

La deposizione della donna ha fatto riferimento al colloquio avuto in carcere ieri con il marito, che è accusato di omicidio, occultamento e vilipendio di cadavere e violenza sessuale ai danni della quindicenne. Cosima Serrano avrebbe aggiunto che il marito non sarebbe più lui per effetto dei medicinali: la donna ha fatto riferimento anche alla chiamata in causa della figlia Sabrina, che l’uomo ha accusato il 15 ottobre scorso e per la quale la ragazza è in carcere con le accuse di sequestro di persona e concorso in omicidio.

Zia Cosima si era sentita male nel giorno in cui avrebbe dovuto recarsi al Comando Provinciale dei carabinieri di Taranto per l’audizione: i carabinieri hanno scelto di andare in casa sua per ascoltare la sua versione. E l’audizione si è regolarmente tenuta nella villetta di via Grazia Deledda.

Nel frattempo si è saputo che si terrà il 19 novembre l’incidente probatorio per l’esame di Michele Misseri, chiesto dalla procura della Repubblica di Taranto. La data sarà fissata domani. L’interrogatorio dell’indagato si terrà nel carcere di Taranto, dove è detenuto. Le dichiarazioni che verranno rese nell’incidente probatorio da Michele Misseri diventeranno parte integrante non più modificabile del dibattimento in sede di processo.