Sarah Scazzi. Michele scagiona Sabrina, ha subito pressioni da Valentina?

Pubblicato il 18 Gennaio 2011 14:10 | Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio 2011 15:42

Tra i documenti consegnati dalla Procura martedì mattina ai giudici del Tribunale che esaminano il ricorso per Sabrina Misseri, ci sono almeno un paio di lettere che Michele Misseri ha ricevuto in carcere dalla figlia primogenita Valentina. Per gli inquirenti le missive indicherebbero pressioni che Michele Misseri avrebbe ricevuto per fargli cambiare versione dopo aver accusato la figlia Sabrina dell’omicidio di Sarah Scazzi. Le lettere di Valentina erano tra quelle fatte sequestrare ieri dalla Procura nella cella di Michele Misseri e ricevute dall’agricoltore da quando è detenuto nel carcere di Taranto. Michele Misseri ha scritto il 10 gennaio scorso alla figlia Sabrina e i difensori della ragazza hanno depositato nell’udienza dinanzi ai giudici del Tribunale in cui si discute del ricorso per farla scarcerare.

Ecco il testo integrale della lettera (con gli errori ortografici e grammaticali): ”10-1-2011 Cara Sabrina sono papa che ti scrive per farti sapere che dicimo che sto bene ma non cebisogno che ti lodiga che anche tulosai come sista’ in carcere certo tustai più male dime che voglio dire innocente comunque i giudicci mi devono sentire di nuovo speriamo che cuesta volta micredano comuncue sula lettera non poso scrivere altro seno sevegono a sapere quelo che scrivo non potro scrivere più’ perche hanno detto di non dire altre parole cara Sabrina perche non mi scrive di sentire letue parole per sapere come stai armeno sentire la tua lettera tusai quanto mimanchi io voglio veterti penzo che anchetu stai lostesso condizione”.

E ancora: “cara Sabrina io tutti lesere le sere digo lavemaria per te e Sarah anche se non cepiu’ spero che tu escapresto dal carcere perche io cio due pese che sono cosi’ pesante che non cila faccio più’ a trasportare sevuoi migapisci Sabrina io sto ancora cella diisolamento mino male liancente sono tutti bravi e lospero anche dite che tutti ti vogliono bene Sabrina ti facio sapere che io pure che non tiveto pero’ ceuna gente che dice che tivede e quando viene dame midice zio miche sai che hovito tua filia Sabrina lultima volta tiavista alamesa tute le volte dice che tivete mifapiagere miadeto che tisei di macrida maposo imaginare cara Sabrina cuesto lettera tiloscrita il giorno 10 gennaio proprio il giorno che e venuta la mamma che a detto che tu non poi scrivere ciao da tuo Papa”.