Sarah Scazzi, crisi cardiaca per Michele Misseri. L’avvocato smentisce: “Sta bene, nessun malore”

Pubblicato il 12 Novembre 2010 13:08 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2010 14:31

Michele Misseri sarebbe stato colpito da una crisi cardiaca sabato scorso, secondo la stampa.  Subito soccorso sarebbe stato sottoposto ad una terapia d’urgenza, l’accusato chiave insieme alla figlia Sabrina per l’omicidio della nipote Sarah Scazzi ad Avetrana. E’ successo sabato scorso, forse per il troppo stress, ma è stato reso noto solo oggi venerdì 12 novembre. Ma l’avvocato Daniele Galoppo, legale del contadino smentisce tutto: “Non ha avuto nessun malore, sta bene”.

Due medici del carcere, secondo il Corriere della Sera, invece sono riusciti a salvarlo dalla crisi, ma di fatto Misseri avrebbe rischiato di morire. L’hanno sottoposto d’urgenza a esami specifici e complessivamente gli hanno fatto una decina di elettrocardiogrammi per monitorare le condizioni del cuore e dopo poco la situazione è tornata alla normalità.

Dalla simulazione fatta fare a Misseri, che per alcuni era lo zio orco, non sarebbe lui l’assassino. L’uomo è  rinchiuso in isolamento dal 7 ottobre scorso.