Sarah Scazzi e il Tso per zio Michele: fu il sindaco di Avetrana a ordinarlo

Pubblicato il 1 Giugno 2011 21:31 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2011 21:33

Sarah Scazzi

AVETRANA –  Michele Misseri era stato portato in ospedale appena uscito dal carcere. Secondo quanto era trapelato per un trattamento sanitario obbligatorio disposto dal sindaco di Avetrana, Mario De Marco che però aveva smentito la notizia negando di aver firmato l’ordinanza.

Il sito del Tgcom pubblica le carte che invece ribaltano la sua versione. Nel documento si legge che “il sindaco, vista la proposta” avanzata dal maresciallo dei carabinieri che richiedeva l’emissione di un Tso per zio Michele, “considerato che dalle informazioni assunte dai medesimi carabinieri occorre effettuare, con estrema urgenza, l’accertamento delle condizioni sanitarie sotto il profilo psicologico nonché la presenza di alterazioni psichiche tali da richiedere urgenti interventi terapeutici”, “dispone il trattamento sanitario obbligatorio”.