Sarah Scazzi, Ivano conteso tra le due cugine? “Se è stata Sabrina paghi. Non sono Alain Delon”

Pubblicato il 11 Novembre 2010 10:23 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2010 10:27

Sarah Scazzi

Ivano Russo aveva detto: «In fondo non sono Alain Delon». Era uno dei primi interrogatori davanti ai magistrati Argentino e Buccoliero e il ragazzo di Avetrana tanto voluto da Sabrina Misseri cercava di dare spiegazioni sul suo appeal di bello del Paese e soprattutto sul suo rapporto con Sarah Scazzi.

Ma che ne pensa proprio lui del movente del delitto, della morte della quindicenne e soprattutto del ruolo giocato da Sabrina? «Prima pensavo che non era possibile, che Sabrina non poteva averlo fatto, ma adesso sono confuso… Se è stata lei, se è stata Sabrina, deve pagare… A saperlo sarei stato lontano mille miglia!».

Il 26 agosto, in un sms, «Sabri’ non mi tirare dentro ’sta storia», aveva scritto Ivano. Lui non voleva essere tirato in ballo. Ora ha raccontato che l’aveva respinta, che lei si era spogliata davanti a lui ma che in fondo di Sabrina non era innamorato e per lei non provava attrazione.

«Sono in imbarazzo, ma’», ha detto Ivano a mamma Elena che lo difende: «Se davvero è stata Sabrina, io andrei in cella a farle una faccia di schiaffi! Dico, si può ammazzare qualcuno per una storia così?Andrò da mamma Concetta a dirle: vai in carcere da tuo cognato Michele, guardalo negli occhi, qua dobbiamo sapere la verità!».