Sarah Scazzi, i giudici: da Cosima Misseri pressioni su un testimone

Pubblicato il 1 Febbraio 2011 16:19 | Ultimo aggiornamento: 1 Febbraio 2011 16:20

Sabrina Misseri

TARANTO – Cosima Serrano, madre di Sabrina Misseri, fece pressioni sul padre di una compagna di classe di Sarah, poi sentito come teste dai magistrati inquirenti. E’ scritto tra l’altro nell’ordinanza dei giudici del tribunale che hanno respinto l’appello dei difensori di Sabrina Misseri.

L’episodio sarebbe accaduto nei primi di settembre del 2010 quando, secondo gli inquirenti,  Cosima Serrano si sarebbe recata a casa della compagna di classe di Sarah dicendo al padre di riferire ai carabinieri che il 26 agosto l’uomo aveva visto un furgone bianco nei pressi del palazzetto dello sport di Avetrana, vicino a casa dei Misseri, e di omettere invece la presenza in strada, che pure lo stesso uomo aveva notato, anche di due autovetture, una delle quali era proprio l’Opel Astra di colore grigio di Cosima Serrano.

La visita di Cosima Serrano a casa della compagna di classe di Sarah era stata preceduta di qualche giorno, il 4 settembre 2010, da quella della stessa donna con la figlia Sabrina per chiedere se avessero avuto qualche notizia particolare riguardante Sarah.