Sarah Scazzi, Sabrina Misseri resta in carcere. Il medico legale: “Potrebbe essere stata una donna a uccidere”

Pubblicato il 18 Ottobre 2010 15:37 | Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2010 20:06

Sabrina Misseri e la cugina uccisa Sarah Scazzi

Sabrina Misseri resta in carcere. Il giudice per l’indagini preliminari di Taranto ha convalidato il fermo di Sabrina Misseri per concorso nell’omicidio della cugina Sarah Scazzi.

Per i magistrati potrebbe essere stata proprio lei, Sabrina, la cugina e amica del cuore a uccidere la quindicenne di Avetrana insieme al padre Michele. “Lei la teneva ferma e lui la strangolava”, così sarebbe morta Sarah.

E può essere stata una donna a strozzare Sarah. Le parole del medico legale Luigi Strada gettano ulteriori ombre sul “giallo di Avetrana”, complicando la posizione della cugina della vittima, Sabrina Misseri. Per il medico legale “le lesioni riscontrate sul collo della vittima sono compatibili anche con l’azione di una persona di sesso femminile, non particolarmente gracile”. Quindi non è escluso che l’assassino “materiale” possa essere stata una donna: un’ipotesi che potrebbe smentire il racconto di “zio Michele”.

La ragazza che si è disperata per settimane ora è anche accusata di sequestro di persona per aver privato della libertà personale la quindicenne “trascinandola con la forza all’interno della cantina-garage della sua abitazione”. Qui la ragazzina è stata trattenuta “contro la sua volontà da Sabrina che l’ha cinturatacon le braccia mentre il padre le cingeva una corda intorno al collo”.

Perché se tutto questo fosse vero Sarah è stata uccisa? Forse per evitare a Michele Misseri l’accusa di molestatie e violenza sessuale. O c’è dell’altro, come la gelosia di Sabrina?

Ma se Sabrina fosse innocente perché avrebbe pressato con messaggi e chiamate l’amica Mariangela Spagnoletti perché andasse in tv a parlare bene di lei?