Sarah Scazzi. Spunta il supertestimone: “Trascinata per i capelli, scene terribili”

Pubblicato il 9 Maggio 2011 20:28 | Ultimo aggiornamento: 9 Maggio 2011 20:28

Sarah Scazzi (foto LaPresse)

AVETRANA – Nel giallo dell’omicidio di Sarah Scazzi il supertestimone era il solo elemento che mancava. Adesso, il vuoto e colmato, anche se con nove mesi di ritardo.  Scrive infatti TgCom che il giorno in cui la ragazza di Avetrana fu uccisa un fioraio del paese l’avrebbe vista tentare la fuga da casa Misseri. Poi Sarah sarebbe stata presa per i capelli e trascinata nuovamente nella villetta di via Deledda.

Le cose che non tornano, però, sono diverse. In primo luogo il testimone in questione non conferma e non ha voluto confermare nulla di quanto visto neppure davanti ai giudici di Taranto. Per questo, scrive il sito Ultimenotizie flash, il supertestimone sarebbe a sua volta indagato per falsa testimonianza.

L’uomo, scrive lo stesso sito, avrebbe visto “scene terribili” quel giorno. Salvo poi scegliere di  tacere. Due domande sorgono spontanee. Perché una mezza rivelazione? E perché nove mesi dopo il delitto?

[gmap]