Manduria (Taranto), operaio si impicca con un cavo elettrico: era senza lavoro da un mese

Pubblicato il 4 Novembre 2010 19:15 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2010 20:30

Da un mese aveva perso il lavoro e forse l’incubo di non potere mantenere la famiglia ha spinto Fernando Santo a togliersi la vita impiccandosi con un cavo elettrico. Faceva l’operaio e a 42 anni è stato trovato morto nella sua casa a Manduria, Taranto. Secondo quanto scrive il Corriere del Mezzogiorno “la perdita del posto di lavoro pesava come un macigno sulle ristrettezze familiari così un ex operaio edile non ha retto alla vergogna di non poter portare avanti la famiglia composta da moglie e due figli… Era ossessionato da quella lettera di licenziamento che aveva ricevuto mesi fa dal suo datore di lavoro, un imprenditore proprietario di cava, colpito anche lui dalla crisi. Ogni giorno gli telefonava per chiedere quando avrebbe riaperto ed anche ieri mattina, qualche ora prima che si uccidesse, aveva ricevuto la solita risposta negativa”.

E’ sceso in cantina, ha preparato una trave di legno e si è legato al collo un cavo elettrico lasciandosi penzolare.