Ravenna: testa di maiale nel cantiere della Moschea

Pubblicato il 16 Marzo 2011 19:38 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2011 19:39

RAVENNA – Due teste e alcuni brandelli di carne di maiale sono stati lasciati nella notte tra il 15 e il 16 marzo nel cantiere della nuova moschea che sta sorgendo nella zona artigianale delle Bassette, a nord-est di Ravenna.

A fare la scoperta, nella mattina, gli stessi responsabili del centro islamico che hanno poi avvertito la Questura. Sul posto sono poi arrivati agenti di una Volante e la Digos.

Il sindaco Fabrizio Matteucci, avvisato dal Prefetto Bruno Corda, in una nota ha definito il gesto ”vigliacco” e lo ha condannato ”fermamente perché – ha spiegato – incrina quel clima di rispetto e di dialogo fra le diverse culture che dev’essere alla base della convivenza civile. Ravenna è una città dove questi atti incivili sono un’eccezione”.

Per questo, ha concluso, ”mi aspetto uguale unanime condanna da parte di tutte le forze politiche, nessuna esclusa”. Non si tratta del primo episodio di vandalismo contro luoghi di culto della comunità islamica ravennate: in passato era stata bruciata una targhetta di fronte al centro di studi islamici di via Ravegnana. Anche se in quell’occasione, ha detto il responsabile dei lavori, Ahmed Basel Abdul Kader, ”si lasciò perdere. Ma ora vogliamo farci sentire dopo un atto di assoluta vigliaccheria”.

[gmap]