Thailandia, le foto degli scontri. Le camicie rosse: “Ci arrendiamo”

Pubblicato il 19 Maggio 2010 12:28 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2010 12:39

Dopo giorni di guerriglia a Bangkok le camicie rosse si arrendono alla polizia. Il fotoreporter italiano Fabio Polenghi ha perso la vita dopo essere stato colpito all’addome e al cuore. Insieme a lui sono state uccise altre quattro persone durante gli scontri tra le camicie rosse e la polizia, mentre un giornalista canadese è rimasto ferito da una granata.

Tra spari, gas lacrimogeni e negozi in fiamme la tregua apparente di martedì è stata rotta. Eppure ora i manifestanti anti-governativi lasciano. Prima di essere portato via dalla polizia insieme all’altro leader Nattawut Saika, Jatuporn Prompan ha parlato ai sostenitori dal palco dell’accampamento: “Mi scuso con voi, ma non voglio altre vittime. Anch’io sono distrutto. Ci arrenderemo, consegnatevi”, ha annunciato, come aveva anticipato un senatore in contatto con il gruppo.

Ecco le immagini degli scontri di queste settimane a Bangkok: