Udine: sta meglio la bimba messa nell’asciugatrice, sempre in carcere il patrigno

Pubblicato il 5 Marzo 2011 9:34 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2011 9:36

UDINE – Sono decisamente migliorate, all’ospedale di Udine, le condizioni della bimba di due anni chiusa dal convivente della madre nell’asciugatrice di casa probabilmente, secondo quanto hanno reso noto gli inquirenti, al culmine di un raptus di follia.

La piccola, confermano i medici,  non corre alcun pericolo di vita.  Zolio Adelio Pichardo Santana, un dominicano di 24 anni, residente in Borgo stazione con la compagna italiana di 27 anni, madre della bimba, rimane in carcere per l’ipotesi di reato di lesioni aggravate in attesa delle decisioni del magistrato.

La piccola, ricoverata nel reparto di pediatria, ha riportato ustioni di primo grado su diverse parti del corpo. E’ stata medicata e le sue condizioni sono nettamente migliorate tanto che ha anche giocato con i sanitari che la hanno in cura.

[gmap]