Precipita ultraleggero nel mantovano, ferito l’imprenditore Massimo Scotti

Pubblicato il 21 Aprile 2011 23:01 | Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2011 23:01

MILANO – Un ultraleggero è precipitato poco dopo le 19 di giovedì 21 aprile a Canedole di Roverbella (Mantova). Nell’incidente è rimasto coinvolto  il pilota, Massimo Scotti, imprenditore di 54 anni, cugino del titolare della celebre azienda italiana che produce Riso.

L’uomo si trova ricoverato all’ospedale Borgo Trento di Verona ma le sue condizioni non sarebbero gravi. Nell’incidente, infatti, avrebbe riportato solo contusioni al volto e ad un braccio.

Scotti era arrivato nel Mantovano con l’ultraleggero ieri per far visita, a Castelbelforte, paese a pochi chilometri da dove e’ precipitato, alla riseria Roncaia di cui è socio. Massimo Scotti era stato ospite dei Roncaia, noti risicoltori del luogo, e oggi pomeriggio era decollato per tornare a casa.

Appena dopo essersi staccato da terra, per cause ancora imprecisate, il piccolo aereo e’ precipitato e il pilota e’ rimasto incastrato nell’abitacolo. Per estrarlo sono intervenuti i vigili del fuoco. Inizialmente le sue condizioni sembravano molto gravi tanto che un’eliambulanza lo ha trasportato all’ospedale Borgo Trento di Verona.

[gmap zoom=’12’]