L’Unità, appello dei parlamentari pd all’editore Soru: “Sospendere chiusura delle cronache di Bologna e di Firenze”

Pubblicato il 6 Ottobre 2010 20:15 | Ultimo aggiornamento: 6 Ottobre 2010 20:15

Renato Soru, editore dell'UNità

Più di 100 parlamentari del Pd, sia deputati che senatori, tra cui Anna Finocchiaro e Dario Franceschini, hanno scritto a Renato Soru, editore de l’Unità, chiedendo di sospendere la decisione di chiudere le pagine emiliane e toscane del quotidiano. Di seguito il testo della lettera e le firme: Spett.le Editrice de “l’Unità” Abbiamo appreso con preoccupazione dell’intenzione dell’editrice de “l’Unità” di chiudere dal prossimo 15 ottobre le cronache locali della Toscana e dell’Emilia Romagna.

Ci permettiamo di fare presente il nostro allarme per il rischio di impoverimento del pluralismo dell’informazione che tale scelta provocherebbe proprio nelle regioni dove più antico e forte è l’insediamento del giornale. Ci risulta, infatti, che Toscana ed Emilia sono le regioni nelle quali l’Unità ha la maggior parte delle vendite, degli abbonamenti e della pubblicità. Oltre che mettere a rischio tredici posti di lavoro, abbiamo il timore che tale decisione possa rendere incerto lo stesso futuro de l’Unità, al di là delle stesse intenzioni dell’editore.

Ci teniamo a sottolineare e a chiarire che questo nostro intervento è dettato unicamente dalla consapevolezza dell’importanza che rappresenta una testata storica come l’Unità, che fa parte del patrimonio culturale e politico della Repubblica, e dalla preoccupazione che un suo ridimensionamento possa privare di una voce importante il dibattito politico che si sta svolgendo nel Partito Democratico e nel centrosinistra. Chiediamo pertanto all’editore Renato Soru la sospensione della decisione annunciata, anche di fronte all’impegno concreto e immediato a sostegno del quotidiano che si è registrato in Toscana e in Emilia Romagna da parte di diversi soggetti sociali e politici.

Il mantenimento di una data così prossima prevista per la chiusura delle due redazioni regionali, com’è il 15 ottobre, oltre infatti a rendere vano lo sforzo di coinvolgere altri soggetti nel sostegno al giornale, impedisce di cercare soluzioni che consentano la continuità del lavoro delle redazioni, salvando le professionalità che vi sono impegnate e garantendo sostenibilità economica all’editrice. Il nostro auspicio è che si possa sviluppare un costruttivo confronto tra i parlamentari del PD e l’editore, con il comune intento di salvare e rafforzare un quotidiano che costituisce una voce autorevole nel panorama dell’informazione italiana e per la democrazia nel nostro Paese.

Cordiali saluti, Anna Finocchiaro, Dario Franceschini, Michele Ventura, Luigi Zanda, Felice Casson, Nicola Latorre, Giovanni Legnini, Donata Lenzi, Gabriele Albonetti, Silvana Amati, Alfonso Andria, Ileana Argentin, Emanuela Baio, Giuliano Barbolini, Fiorenza Bassoli, Mariangela Bastico, Gianluca Benamati, Maria Teresa Bertuzzi, Franca Biondelli, Tamara Blazina, Rosy Bindi, Chiara Braga, Alessandro Bratti, Cinzia Capano, Anna Maria Carloni, Pierluigi Castagnetti, Franco Ceccuzzi, Susanna Cenni, Mauro Ceruti, Vannino Chiti, Matteo Colaninno, Paolo Corsini, Gianni Cuperlo, Emilia De Biasi, Vincenzo De Luca, Paola De Micheli, Rosa De Pasquale, Mauro Del Vecchio, Silvia Della Monica, Roberto Della Seta, Roberto Di Giovan Paolo, Enrico Farinone, Donatella Ferranti, Marco Filippi, Alberto Fluvi, Paolo Fontanelli, Vittoria Franco, Maria Pia Garavaglia, Laura Garavini, Mario Gasbarri, Maria Grazia Gatti, Rita Ghedini, Manuela Ghizzoni, Antonello Giacomelli, Manuela Granaiola, Maria Fortuna Incostante, Antonio La Forgia, Franco Laratta, Ricardo Franco Levi, Massimo Livi Bacci, Doris Lo Moro, Andrea Lulli, Maino Marchi, Massimo Marchignoli, Elisa Marchioni, Andrea Marcucci, Raffaella Mariani, Eugenio Mazzarella, Vidmer Mercatali, Maurizio Migliavacca, Federica Mogherini, Colomba Mongiello, Roberto Morassut, Carmen Motta, Rolando Nannicini, Paolo Nerozzi, Luigi Nicolais, Achille Passoni, Vinicio Peluffo, Leana Pignedoli, Roberta Pinotti, Barbara Pollastrini, Ermete Realacci, Fausto Recchia, Andrea Rigoni, Ettore Rosato, Sabina Rossa, Anna Rossomando, Simonetta Rubinato, Antonio Rusconi, Marilena Samperi, Gian Carlo Sangalli, Luca Sani, Andrea Sarubbi, Giampiero Scanu, Lido Scarpetti, Anna Serafini, Marina Sereni, Alessandra Siragusa, Silvio Sircana, Albertina Soliani, Tiziano Treu, Livia Turco, Guglielmo Vaccaro, Salvatore Vassallo, Silvia Velo, Umberto Veronesi, Rodolfo Viola, Vincenzo Vita, Walter Vitali, Sandra Zampa, Sergio Zavoli.